IL VINO IN VETRINA

Greco di Bianco Doc  - CALABRIA

Zona di produzione: il territorio comunale di Bianco e parte di quello di Casignana in provincia di Reggio Calabria.

Vitigni: Greco bianco con eventuali aggiunte (5%) di altri vitigni a frutto bianco raccomandati o autorizzati per la provincia.

Le uve devono essere sottoposte ad appassimento naturale.

Resa massima per ha: 100 ql.

Resa massima di uva in vino: 45%.

Gradazione alcolica minima: 17%, di cui almeno il 14% svolto.

Acidità totale minima: 6 per mille.

Estratto secco netto minimo: 30 per mille.

Invecchiamento minimo: un anno.

Il Greco di Bianco e' un vino bianco da dessert che può essere consumato dopo cinque anni d'invecchiamento accompagnato da dolci a pasta non lievitata o di mandorle, con formaggi piccanti ed è inoltre un ottimo vino da meditazione.

E' prodotto per almeno il 95% da uve a bacca piccolissima provenienti dal vitigno Greco Bianco coltivato su terreno calcareo-argilloso, con rese spontaneamente bassissime.

Il procedimento di appassitura al sole dei grappoli su appositi graticci gli conferisce quel suo colore caratteristico giallo dorato con riflessi ambrati, l'odore e' intenso, molto persistente, ampio, floreale, leggermente aromatico, con sentori delicati di zagara, di miele e di agrumi, fichi secchi e frutta candita, al gusto è amabile, caldo, morbido, poco fresco, abbastanza sapido, robusto , abbastanza equilibrato, intenso, persistente e fine.



dal vitigno greco
Ribolla Gialla Doc  - FRIULI VENEZIA GIULIA

Zona di produzione: colline eoceniche della provincia di Udine e Gorizia.

Vitigni: Ribolla gialla, ammessi vitigni a bacca bianca autorizzati (max 15%).

Caratteristiche uva: acino grande, buccia resistente e grappoli compatto.

Colore: giallo paglierino scarico tendente al verdognolo.

Profumo: caratteristico e profumato.

Sapore: asciutto, fresco e di corpo.

Gradazione alcolica minima: 11°.

Acidità totale minima: 5 per mille.

Invecchiamento minimo: non è previsto.

Il Ribolla gialla è un vino bianco secco, da servire in calici di cristallo ad una temperatura di 10/12° C, si abbina bene ad antipasti freddi, salse agre, minestre e a piatti di pesce saltati.

 


dal vitigno ribolla gialla
Donnici Doc. - CALABRIA

Tipologia: rosso;

Territorio: Donnici è un paesino situato a sud di Cosenza che identifica una più ampia zona collinare compresa tra i 400 ed i 600 mt. di altezza slm, delimitata dai fiumi Crati e Savuto, terra storicamente vocata alla coltivazione della vite.

Vitigni: tipici della zona, quali il Mantonico, il Magliocco, il Mantonico nero, il Greco nero e la Malvasia;

Metodo di Coltivazione: tradizionalmente ad alberello;

Periodo di Vendemmia: da fine settembre a metà ottobre;

Vinificazione: pressatura soffice e lunga macerazione con le bucce;

Fermentazione: in acciaio con temperature controllate;

Affinamento: giudizioso, in barrique di rovere di secondo passaggio per circa sei mesi, poi tre mesi di bottiglia;

Gradazione Alcolica: 12,5% vol.;

Colore: rubino carico, tendente al granato con il passare del tempo;

Profumo: intenso e persistente di frutti di bosco tipici del mantonico e del magliocco, con delicati sentori speziati dovuti al giudizioso passaggio in barrique;

Sapore: è un vino pieno, di grande personalità, morbido ed elegante, giustamente tannico, con un'ottima persistenza gustativa;

Abbinamenti Gastronomici: particolarmente indicato con i piatti della cucina regionale calabrese come i fusilli al sugo di agnello, la salsiccia piccante alla brace ed il caciocavallo silano affumicato.

Temperatura di Servizio: 18-20 °C. previa adeguata ossigenazione.



dal vitigno mantonico e magliocco
 

Cirò Doc. - CALABRIA Vitigno Gaglioppo

Il cirò, che si racconta fosse offerto ai vincitori delle Olimpiadi, è il più grande vino calabrese, da uve gaglioppo, dalla grande personalità, riconoscibile al primo sorso.

Tipologia: cirò rosso, cirò bianco e cirò rosato.

Vitigni: gaglioppo per il rosso, greco per il bianco, gaglioppo per il rosato.

Caratteristiche: il rosso è gradevolmente armonico, da tutto pasto, se riserva si abbina molto bene con carni arroste, invecchia fino a 8 anni; il bianco è delicato con sentori di fiori, si abbina ad antipasti e pesce, invecchia fino a 2 anni; il rosato è fresco e vinoso, da tutto pasto, invecchia fino a 3 anni.

 

 
Barbera d'Asti 2006 Doc. Bricco del Prete - PIEMONTE        

La Barbera d’Asti Bricco del Prete dell’Azienda Agricola Fratelli Pavia:

l’azienda dei Fratelli Pavia che nasce da una lunga tradizione familiare nella viticoltura, si sviluppa nella zona di produzione di alcuni dei migliori vini rossi piemontesi, in particolare della Barbera.

I Fratelli Pavia hanno puntano sulla qualità, conseguendo premi in numerosi concorsi enologici.

Degustando la Barbera d’Asti del 2006 siamo rimasti colpiti positivamente dal rapporto qualità/prezzo e quindi consigliamo questo vino ai nostri utenti

D.O.C. % 14 affinata 18 mesi in botti di rovere

Nasce dall'uva Barbera prodotta nel cuore della zona classica di produzione in terreno calcareo argilloso, con bassa resa e quindi di grande qualità.

La vinificazione artigianale ed un affinamento per un anno in botti di rovere, e per sei mesi in bottiglia sono gli elementi che ne caratterizzano la struttura.

Dal colore rosso rubino, regala un bouquet pulito, composto da piccoli frutti di bosco, mallo di noce e sentori di castagne che si ritrovano in bocca unitamente ad una buona acidità.

Da abbinare con arrosti e formaggi di media stagionatura.
 

 

 

    dal vitigno Barbera

Teroldego Rotaliano Doc - Trentino  dell'Azienda Vinicola Campo Maseri in Villa de Varda

Vitigno autoctono, esclusivamente coltivato nella Piana Rotaliana, formata dai soffici terreni alluvionali del fiume Adige e del torrente Noce. Tale zona fu chiamata da Cesare Battisti "Il più bel Giardino vitato d'Europa". Questo è l'ambiente ideale per l'esaltazione delle caratteristiche di un prestigioso vitigno come il Teroldego. Proprio per i suoi pregi organolettici, il Teroldego Rotaliano, è stato definito "il Vino Principe del Trentino", perchè è talmente avvincente da porlo sul gradino più alto della produzione enoica trentina.

 

Le uve: 100% teroldego
Zona di produzione: vigneti della località Broilet di Mezzolombardo
Età media dei vigneti: 45 anni
Sistema di allevamento: classica pergola trentina
Piante per ettaro: 2800 ceppi
Terreno: leggero, ciottoloso, ghiaioso a più strati, di buona fertilità e ben drenato
Vendemmia: ultima decade di settembre
Vinificazione e maturazione: fermentazione a temperatura controllata a 30° circa della durata di 12 giorni con due rimontaggi al giorno. A fine fermentazione il vino viene messo in barrique, dove avviene la fermentazione malolattica. L'assemblaggio dei diversi legni viene eseguito prima dell'imbottigliamento.
Dati analitici principali: alcool 12,50%vol
acidità totale 5,10g/l
pH 3,62
zuccheri 1,4g/l
estratto secco: 27,50g/l
Enologo: Ciro Agostini
Caratteristiche organolettiche: colore: rosso rubino con riflessi violacei
profumo: fruttato di piccoli frutti maturi; in particolare lampone e mirtillo, ampio ed etereo
gusto: secco sapido di buona struttura e grande equilibrio.
Accostamenti gastronomici: si accompagna bene a piatti di mezzo, arrosti di maiale e di manzo, selvaggina e formaggi stagionati a pasta dura
Temperatura di servizio: 18°C

 

Teroldego Rotaliano

  

  Trentino Pinot Bianco Doc   dell'Azienda Vinicola Campo Maseri in Villa de Varda

Risale alle metà del 1800 la presenza certa di questo nobile vitigno in Trentino, coltivato preferibilmente nella media e alta collina, dal quale si ottiene un vino con un carattere preciso e uno struttura che lo pone ai vertici della qualità.

 

Le uve:

100% Pinot Bianco

Zona di produzione:

vigneti della località Sclave di Mezzolombardo

Età media dei vigneti:

30 anni

Sistema di allevamento:

classica pergola trentina

Piante per ettaro:

2700 ceppi

Terreno:

fresco, mediamente profondo e di buona fertilità

Vendemmia:

prima decade di settembre

Vinificazione e maturazione:

viene effettuata seguendo lo schema "in bianco", con chiarifica del mosto. Questo, limpido e decantato, viene successivamente inoculato con lieviti selezionati e la fermentazione è controllata ad una temperatura a 20°C, che dura mediamente 15 giorni.

Dati analitici principali:

alcool 12,50%vol
acidità totale 6,40 g/l
pH 3,32
zuccheri 1,4 g/l
estratto secco: 21,70g/l

Enologo:

Ciro Agostini

Caratteristiche organolettiche:

colore: giallo paglierino
profumo: fruttato di mela Golden, albicocca leggeri sentori di lievito
gusto: secco, morbido, sapido ed equlibrato

Accostamenti gastronomici:

ideale come aperitivo, armonico con pietanza a base di asparagi e uova, terrine di verdure, tagliatelle ai funghi di bosco, frittate, pesci al cartoccio

Temperatura di servizio:

12°C

NERONE DI CALABRIA    Azienda Vinicola Criserà http://www.vinicrisera.it - info@vinicrisera.it

 

Prodotto con uve Sangiovese 30% e Nerello Calabrese 70% selezionate sulle impervie e soleggiate colline Calabresi a circa 600-800 mt. di altitudine, vendemmiate tardivamente per ottenere il massimo della concentrazione aromatica. Vinificato all'antica maniera con 48 ore di macerazione e fatto fermentare in piccoli botti di rovere. Gradazione alcolica di circa 14 gradi, acidità totale di 7gr/litro, ph 3.3. acidità volatile 0.4 gr/litro.

Denominazione: VINO IGT “CALABRIA “ NERONE DI CALABRIA

Uvaggio : NERELLO CALABRESE - SANGIOVESE

Terreno Vigneti : MEDIO IMPASTO - 14% Vol. 750 ML

Aspetti Organolettici : Dal colore rosso rubino carico, molto intenso, di difficile trasparenza se non osservato con luce riflessa, dai tannini eleganti, nobili e compatti. Il Nerone di Calabria sfida palati molto esigenti soddisfacendoli pienamente soprattutto se abbinato a carni rosse, grigliate, piccanti e non, ai sughi, salumi e formaggi stagionati. Servire preferibilmente a temperatura non superiore ai 15° e ossigenarlo.

Valpolicella Classico Superiore d.o.c. 2008 - Benedetti - La Villa  
 

 

TIPO: Rosso
REGIONE: Veneto
ZONA: Valpolicella
DENOMINAZIONE: Valpolicella Classico Superiore d.o.c.
PRODUTTORE: Benedetti - La Villa
UVAGGIO: 70% Corvina Veronese - 25% Rondinella - 5% Molinara
GRADAZIONE: 12,5
CONTENUTO: 0,75 l


DESCRIZIONE: Le uve vengono raccolte a mano dopo la metà di Ottobre, diraspate e pigiate in maniera soffice. Il mosto e le vinacce ottenute vengono fatte fermentare per 8 giorni con frequenti rimontaggi per aver una buona estrazione di colore e profumi. Dopo varie fasi di lavorazione si esegue un invecchiamento di almeno 12 mesi in botti di rovere e un affinamento in bottiglia per almeno 3 mesi. Colore rosso rubino intenso, sapore delicato, pieno e asciutto con sentori di ciliegia e amarene
ABBINAMENTI: Ottimo vino per arrosti, carni rosse e formaggi stagionati
COME SERVIRE: Ad una temperatura di 18 - 20 °C
 

 

Pinot Bianco 

 

 

   

INSERISCI GRATIS IL TUO SITO DEL VINO

MESSAGGI PUBBLICITARI

I SITI PROPOSTI

Nota Informativa Xberebene.it

I contenuti di questo portale sono riservati a quei paesi nei quali il consumo di bevande alcoliche è permesso dalla Legge. Pertanto la visione è destinata esclusivamente alle persone che secondo la Legge possono consumarle.